Andrea Fontana

Andrea Fontana è ricercatore presso la Sezione di Pavia dell' Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. Laureatosi con lode nel 1992 presso l' Università di Pavia, ha conseguito il Dottorato di Ricerca nel 1998. Lavora nel campo della Fisica delle particelle di bassa energia e ha svolto la sua attività di ricerca presso gli acceleratori di antiprotoni LEAR e AD del CERN, partecipando come fisico sperimentale agli esperimenti OBELIX e ATHENA. I suoi interessi riguardano prevalentemente lo studio di stati legati esotici, prodotti facendo interagire particelle elementari, sia a livello subnucleare (glueballs e mesoni ibridi) sia a livello atomico (protonio e antiidrogeno). Si occupa anche di fisica Applicata nel campo della sicurezza dei trasporti e dell' adroterapia. Le sue attività attuali sono l' esperimento AEGIS al CERN, volto allo studio sperimentale del comportamento gravitazionale di antimateria neutra, e la collaborazione con CNAO nell' ambito del progetto MC-INFN per lo studio del trattamento di melanomi oculari con fasci di protoni.

Antimateria in trappola

Il recente risultato sperimentale pubblicato su Nature dall’esperimento ALPHA del CERN, relativo alla cattura di atomi di antiidrogeno in una trappola magnetica per tempi di circa 16 minuti, costituisce un importante passo avanti nelle ricerche volte a sintetizzare in laboratorio antimateria allo stato atomico.