Anna Maria Marconi

Laurea in Medicina e Chirurgia (1980) e Specializzata in Ostetricia e Ginecologia (1984) all'Università di Milano. Nel 1985 Fellowship presso il Dipartimento di Medicina Perinatale dell'Università del Colorado studiando il passaggio dei nutrienti attraverso la placenta. Dal 1987 lavora presso la Clinica Ostetrica e Ginecologica dell'Ospedale San Paolo, Polo Universitario di Milano. Dal 2005 è professore associato di Ostetricia e Ginecologia dell'Università degli Studi di Milano e dal 2009 è Direttore della Clinica Ostetrica e Ginecologica del San Paolo. Dal 2006 al 2009, Direttore della I Scuola di Specializzazione in Ginecologia e Ostetricia dell'Università di Milano. Membro di numerose società scientifiche nazionali ed internazionali. Dal 1986, più di 50 pubblicazioni scientifiche su riviste recensite.

Ancora congratulazioni al Nobel Edwards

Il Premio Nobel per la Medicina è generalmente meno opinabile di quello per la Letteratura o per la Pace. Viene assegnato quando la procedura o la scoperta per cui lo si assegna è già consolidata o presenta comunque ampi margini di sviluppo futuro. Così non è successo quest'anno, in cui il Nobel per la medicina è stato conferito a Robert Edwards, il biologo inglese che, insieme a Patrick Steptoe, nel 1978 contribuì alla nascita della prima bambina concepita in vitro, ovvero in provetta, per usare un termine più comune.