Fabio Pagan

Laureato in Scienze Biologiche all'Università di Trieste, è giornalista professionista. Per 25 anni è stato redattore del quotidiano "Il Piccolo" di Trieste, sul quale scrive articoli di scienza e tecnologia fin dal 1968. Collabora con la RAI dal 1971 per programmi regionali e nazionali, attualmente è uno dei conduttori della trasmissione "Radio3 Scienza". Per dieci anni è stato addetto stampa del Centro internazionale di fisica teorica (ICTP) e nel 1993 è stato tra i fondatori del Master in comunicazione della scienza della SISSA, di cui è stato docente e vicedirettore fino al 2009. Fa parte del comitato scientifico del Museo di storia naturale e archeologia di Montebelluna-Treviso. Collabora a varie riviste e organizza eventi pubblici di scienza e cultura.

For a history of Italian geophysics

Year 1938. The director of the newly established National Institute of Geophysics (ING) launches an innovative project that fits well in the autarkic economy of fascism: to exploit wind energy for electricity generation in order to reduce dependence on fossil fuels, in line with what other countries had already been doing especially in the United States and Denmark. To identify the best sites for installing the wind power plants three Italian regions are chosen where the first necessary anemological analysis should take place: Liguria, Istria, Calabria.