Flavio Parozzi

Flavio Parozzi è laureato in Ingegneria Nucleare e si occupa di ricerca nucleare da circa 30 anni. Ha svolto attività sia teoriche che sperimentali che vanno dal trattamento dei rifiuti radioattivi scaricati dalle centrali nucleari alla sicurezza degli impianti di produzione energetica. E’ stato promotore di programmi di ricerca sia nazionali che internazionali dedicati all’utilizzo dell’energia nucleare per la produzione elettrica.

La sua attività ha riguardato in particolare la realizzazione di programmi sperimentali e lo sviluppo di modelli per le analisi di sicurezza sia degli impianti a fissione che delle installazioni sperimentali per la fusione nucleare mediante macchine a campo toroidale.

E’ attualmente responsabile del gruppo di ricerca di RSE dedicato alle problematiche di sicurezza delle installazioni industriali e degli impianti nucleari di generazione attuale e di progetti in corso di studio.  

Cosa può fare il nucleare contro il cambiamento climatico?

Alla COP 21 di Parigi siede un convitato di pietra: il nucleare. Se ne parla assai poco, sembra quasi non esistere, tutti presi a immaginarsi la liberazione dalle fonti fossili e spingere sulle rinnovabili. Eppure secondo molti il nucleare è un ingrediente essenziale per rispettare l’obiettivo di non più di 2°C di aumento di temperatura nel 2050. Le centrali nucleari infatti non emettono CO2.