Manuela Carini

Manuela Carini è ricercatore di Fisica Matematica presso il Dipartimento di Matematica, Facoltà di Ingegneria, dell’Università della Calabria. Dal 2002 collabora attivamente con il gruppo di ricerca ESG (Evolutionary System Group) presso l’università della Calabria, è autrice e co-autrice di diverse pubblicazioni scientifiche. Ha inoltre partecipato a convegni, nazionali e internazionali. Le tematiche di ricerca affrontate nel corso di questi anni riguardano lo studio di fenomeni relativi alla propagazione ondosa non lineare, alle metodologie di riduzione, ai semiconduttori, alla fisica dei campi. E’ coinvolta in due progetti europei: SCIENAR e LAST POWER. Nel progetto SCIENAR ha contribuito alla realizzazione di contenuti a carattere matematico, realizzando delle schede per la Virtual Community (www.scienar.eu/network/). Nel progetto LAST POWER contribuisce allo sviluppo di modelli fisici di trasporto per SiC e di GaN/AlGaN, ed alla simulazione di dispositivi a semiconduttore basati su questi materiali.

Dall'ordine al caos

Giunge al termine il progetto di cooperazione internazionale SCIENAR (Scientific Scenarios and Art), finanziato nell’ambito del settimo Programma Quadro e gestito dall’Agenzia Esecutiva per l'Istruzione nel campo della Cultura e dell'Audiovisivo (EACEA), durato 24 mesi e coordinato dall’Università della Calabria (ESG Group).

L’obiettivo principale del progetto è stato esplorare le interrelazioni esistenti tra arte e scienza sfruttando le potenzialità offerte dalle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione (ICT).