Gianvito Caputo

Gianvito Caputo, associato al CNR-NNL di Lecce, ha conseguito la laurea in Chimica a Bari nel 2005 e il dottorato (PhD) in Nanoscienze presso il Dipartimento ISUFI dell’Università del Salento nel 2009. La sua attività di ricerca durante il dottorato ha riguardato la messa a punto di sistemi ibridi a base di materiali organici ed nanocristalli di ossidi inorganici con proprietà ottiche, meccaniche e di bagnabilità modulabili. Più recentemente, si è occupato di sintesi colloidale di nanoeterostrutture basate su vari ossidi semiconduttori. E’ autore di 15 pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali.

Uno sguardo oltre l'atomo

Superare i limiti nella risoluzione spaziale causati dalle aberrazioni delle lenti di un microscopio elettronico in trasmissione, oggi è possibile grazie all’approccio di un nuovo algoritmo matematico che consente di ottenere immagini a risoluzione sub-atomica a partire da una diffrazione elettronica, aprendo nuovi scenari nella conoscenza dei materiali nanostrutturati.