Liberato De Caro

Liberato De Caro, ricercatore presso l’Istituto di Cristallografia del CNR di Bari, ha conseguito la laurea in Fisica presso l’Università di Bari nel 1988. La sua attività di ricerca è dagli anni ‘90 incentrata su studi teorici nel campo della caratterizzazione strutturale dei materiali alla nano-scala mediante diffrazione X e microscopia elettronica. Nell’ultimo decennio si è anche occupato di metodologie cristallografiche applicate alle proteine e macromolecole. Nell’ultimo triennio si è occupato di: diffrazione coerente di raggi X ed elettroni da micro- (nano)oggetti non periodici; olografia e “imaging” a contrasto di fase con raggi X, anche per applicazioni nella diagnostica bio-medica. Il suo contributo in tali campi consiste nello sviluppo di nuovi algoritmi e metodi matematici per la ricostruzione della fase. Autore di numerose pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali.

 

Uno sguardo oltre l'atomo

Superare i limiti nella risoluzione spaziale causati dalle aberrazioni delle lenti di un microscopio elettronico in trasmissione, oggi è possibile grazie all’approccio di un nuovo algoritmo matematico che consente di ottenere immagini a risoluzione sub-atomica a partire da una diffrazione elettronica, aprendo nuovi scenari nella conoscenza dei materiali nanostrutturati.