Marica Eoli

Nel 1992 è visitor fellow presso il dipartimento di neurologia e si dedica al studi di immunogenetica: Nel 1996 è visitor fellow presso il laboratorio di Immunogenetica del Genethon, Evry.

Nel 1996  è borsista di ricerca nel laboratorio di tipizzazione HLA dell’Ospedale le Molinette di Torino.

Dal 1987  al 1995.borsista di ricerca presso la Fondazione IRCCS Istituto Neurologico “C. Besta”, Milano;dal 1995 ad oggi in staff  come neuro-oncologo presso la  Fondazione IRCCS Istituto Neurologico “C. Besta”, 1995-now.

Fin dall’inizio della sua carriera affianca all’attività clinica, l’interesse per gli aspetti biomiolecolari della malattie neurologiche.

Ha condotto studi per valutare i fattori immunogenetici che condizionano la suscettibilità alla sclerosi multipla.

Ha messo a punto tecniche per lo studio della perdita di eterozigosi e lo stato di metilazione di MGMT nei tumori cerebrali e ricerche sui fattori di prognosi e sulla risposta a trattamenti chemioterapici dei tumori primitivi del sistema nervoso centrale.

Dal 1994 è collaboratore fisso delle  agenzie di giornalismo scientifico Zadig e Zoe, svolgendo sia attività di redazione sia attività giornalistica, ha pubblicato articoli di divulgazione scientifica su diverse testata tra cui Il Sole 24 Ore, Tempo medico.

Pubblicazioni selezionate degli ultimi cinque anni

Tiriamo fuori dal cassetto gli studi con risultati negativi

Gli articoli scientifici non mancano certo: ogni anno ne vengono pubblicati 1,85 milioni.
Eppure la rivista online Faculty 1000 Research questa estate ha lanciato un appello: “Chi invierà manoscritti che contengono risultati negativi, non pagherà i costi di pubblicazione. Ogni ricercatore ha nel proprio cassetto decine di ricerche e manoscritti non terminati perché i risultati non mostravano differenze significative o, semplicemente, non confermano l’ipotesi di partenza.