Silvio Garattini

Nato a Bergamo il 12/11/1928.
Perito Chimico. Dottore in Medicina. Libero Docente in Chemioterapia e Farmacologia. Assistente ed Aiuto presso l'Istituto di Farmacologia della Università di Milano fino all'anno 1962.
Fondatore nel 1963 e direttore dell'Istituto di Ricerche Farmacologiche "Mario Negri". Attualmente l'Istituto "Mario negri" ha quattro localizzazioni (Milano, Bergamo, Ranica (Bg), S. Maria Imbaro (Ch)) con un personale di oltre 850 unità.
Autore di molte centinaia di lavori scientifici pubblicati in riviste nazionali ed internazionali e di numerosi volumi nel campo della farmacologia. Fondatore dell'European Organization for Research on Treatment of Cancer.

Nell'ultimo decennio é stato membro di vari organismi:

  • Comitato di Biologia e Medicina del Consiglio Nazionale delle Ricerche (C.N.R.),
  • Consiglio Sanitario Nazionale e Commissione della Presidenza del Consiglio dei Ministri per la politica della ricerca in Italia
  • membro della Commissione Unica del Farmaco (CUF) - Ministero della Sanità.

Ha ricoperto le seguenti cariche:

  • Presidente del Comitato di Chemioterapia Antitumorale dell' Unione Internazionale contro il Cancro,
  • Presidente della Organizzazione Europea di Ricerche sul Cancro (OERTC),
  • Presidente della European Society of Biochemical Pharmacology,
  • Consulente dell'Organizzazione Mondiale della Sanità.

E' attualmente:

  • membro del Committee for Proprietary Medicinal Products (CPMP) dell'European Agency for the Evaluation of Medicinal Products (EMEA)
  • "Esperto" per la Politica della Ricerca (CEPR) del Ministero dell'Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica.
  • Presidente della V Sezione del Consiglio Superiore della Sanità, Presidente dell'Associazione "Via di Natale".
  • Presidente della Fondazione Angelo e Angela Valenti.
  • Membro del Consiglio di Amministrazione dell'Istituto Superiore di Sanità.
  • Componente del Comitato Scientifico della Lega Italiana per la Lotta Contro i Tumori (2000-2005).
  • Presidente Steering Advisory Group Current Controlled Trials.
  • Fellow della New York Academy of Sciences, dell' American Association for the Advancement of Science e di numerose società scientifiche nazionali ed internazionali.
  • Honorary Fellow Royal College of Physicians (Pharmaceutical Medicine).

Tra i numerosi premi ed onorificenze ricevute si segnalano

  • la Legion d'Onore della Repubblica Francese per meriti scientifici;
  • Commendatore della Repubblica Italiana
  • Lauree Honoris Causae alle Università di Bialystok, Polonia e di Barcelona, Spagna, Premio Ippocrate, 2003 per la comunicazione scientifica.
  • Premio Mens Sana in Corpore Sano. Università degli Studi di Milano.

In oltre 35 anni di attività, l'Istituto di Ricerche Farmacologiche "Mario Negri", sotto la direzione del Prof. Garattini, ha prodotto oltre 8.500 pubblicazioni scientifiche e circa 180 volumi, in cancerologia, chemioterapia e immunologia dei tumori, in neuropsicofarmacologia, in farmacologia cardiovascolare e renale. Oltre 2.100 sono i giovani laureati e tecnici che si sono specializzati in questo periodo presso l'Istituto.

Un’agenzia unica per la ricerca pubblica

Poco tempo fa è stato presentato il progetto del governo per il dopo Expo: il premier Renzi ha finalmente parlato di ricerca, di futuro e della necessità di “accendere una scintilla” a Milano per creare nuove eccellenze scientifiche di marca italiana nuove eccellenze scientifiche di marca italiana.
Nell’ambito di questo progetto e, più in generale, della ricerca in Italia manca però un’idea forte e sistemica di governance.

Regole certe per far rientrare i cervelli in fuga

Sono circa trecentomila i professionisti italiani che attualmente lavorano all'estero, ma certamente il numero che include anche i ricercatori è sottostimato. Non bisogna dimenticare che queste persone sono state formate in Italia e hanno rappresentato per tutti coloro che pagano le tasse una spesa alta, che viene offerta gratuitamente ad altri paesi in concorrenza con noi. Non è certo un buon affare.