Adriana Valente

Laurea con lode in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II;

Laurea magna cum laude in Comunicazioni Sociali presso l’Università Gregoriana di Roma.

Prima ricercatrice (II livello) presso l’istituto di Ricerche sulla Popolazione e le Politiche Sociali del Cnr.

Coordinatrice della Commessa (gruppo di ricerca tra più istituti) del Cnr "Comunicazione della Scienza ed Educazione", che include progetti nazionale ed internazionali sul tema di scienza e società. Alla Commessa collaborano 5 istituti del Cnr oltre a molti partner nazionali ed internazionali.

Coordinatrice scientifica di progetti e contratti di ricerca  tra cui: - il progetto Percezione e consapevolezza della scienza, cui partecipano Cnr (Irpps, Ceris, Irea), British Council,  25 istituti scolastici secondari e partner nazionali e internazionali, che ha ad oggetto la partecipazione al dibattito scientifico di studenti di scuole secondarie ed università.

- Il progetto Bilancio Partecipato, in collaborazione con la Regione Lazio

Incarichi universitari

Dal 1994  ho avuto incarichi di insegnamento universitario presso le seguenti Università: Roma “La Sapienza”; Napoli, IUN; Roma, Lumsa; Macerata (relatrice e correlatrice di 25 tesi)e ho prestato attività didattica in altre Università. Dal 2005 collaboro al Master di II Livello in "Ingegneria ed Economia dell'Ambiente e del Territorio", Università degli Studi Roma Tre, Roma con un corso seminariale su “comunicazione e processi partecipativi”.

Brevetti

(Con il prof. Paolo Bisogno) Copyright SEFIT -Sistema Esperto Fondo per L'Innovazione Tecnologica/Expert System fund for Technological Innovation-, RM 91 C000009,  depositato in Italia il 4-1-1991.

Principali incarichi nazionali e internazionali

  • Componente di commissioni scientifiche per l'organizzazione di convegni nazionali ed internazionali
  • Componente dell'Information Society Forum della Commissione UE, dal 1998 al 2002, in qualità di esperta nazionale negli enti pubblici di ricerca, sugli aspetti sociali, culturali e tecnologici della società dell’informazione.
  • Componente italiana dello Special Interest Group "Archives and Record Management", dell'International Federation for Information and Documentation (Fid/Arm) dal 1993 al 1996.
  • Componente italiana dello Special Interest Group "Education and Training", dell'International Federation for Information and Documentation (FID/ET) dal 1994 al 1996.
  • Componente del gruppo di lavoro Italo-Canadese su "Gestione dei documenti elettronici", promosso per l'Italia dal Ministero dei Beni Culturali e dall'Associazione Nazionale Archivistica Italiana, nel 1997- 1998.
  • Componente del Consiglio Scientifico dell'Istituto di Studi sulla Ricerca e la Documentazione Scientifica del Consiglio Nazionale delle Ricerche dal 1998 al 2001.
  • Incarico di collaborazione da parte dell'INEA (Istituto Nazionale di Economia Agraria) alla misura n° 6 P.O. "Divulgazione agricola ed attività connesse", reg. CEE 2052/88, nel marzo 1991; “con funzioni di 1) coordinamento, impostazione e verifica dei risultati previsti dai programmi esecutivi relativi alla misura suddetta, 2) collaborazione alla impostazione ed alla realizzazione degli archivi relativi al sottoprogetto AGRINORM “(legislazione comunitaria in materia di agricoltura).
  • Incarico di collaborazione alla commissione "Comitato Esecutivo Misura 6", promossa dall'INEA nell'aprile 1993, con il compito di svolgere funzioni di coordinamento, impostazione e verifica dei risultati previsti dai programmi esecutivi relativi alla Misura suddetta e di collaborare alla impostazione ed alla realizzazione degli archivi relativi al sottoprogetto AGRIGEST.
  • Responsabile del gruppo Sistemi Informativi Archivistici della commissione GARR-IBDD (Gruppo Armonizzazione Reti della Ricerca - Informazione, Biblioteche, Documentazione, Dati) dal 1994 al 1996.

Pubblicazioni


Curatrice di diversi volumi, tra cui:

  • Immagini di scienza e pratiche di partecipazione, Biblink, 2009;
  • Science: perception and participation, Biblink, 2009;
  • Science: from specialists to students and back again/ La scienza dagli esperti ai giovani e ritorno, Biblink 2006;
  • Partecipare la Scienza (con D.Luzi), Biblink 2004;
  • “Trasmissione d’élite, o accesso alle conoscenze? Percorsi e contesti della documentazione e comunicazione scientifica”, Franco Angeli, Milano, 2002;
  • Informazione e Impresa. Flussi informativi e gestione documentaria nelle imprese edili, Franco Angeli, Milano 1996.

Autrice o coautrice di più d 120 pubblicazioni scientifiche, tra cui:

  • Boujemaa Agorram, Silvia Caravita, Adriana Valente, Daniela Luzi, Nicola Margnelli,  Knowledge and values  in science textbooks concerning complexity in ecological  systems and environmental problems. A cross-cultural study on secondary school manuals, US-China Education Review, vol 6, N2, Feb 2009, pp. 25-3.
  • Marie Pierre Quassada, Pierre Clément, Britta Oerke, Adriana Valente, Human Evolution in Science textbooks from twelve different countries, Science Education International, vol.19,(2) 2008 147-162
  • Luciana Libutti, Adriana Valente, Science Communication, Information and Participatory Methodologies: Key Success Factors in a Public Debate on the Freshwater Crisis, The Open Information Science Journal, 1, 2008.
  • CARAVITA Silvia, VALENTE Adriana, LUZI Daniela , PACE Paul, KHALIL Iman, YOUSSEF Reine, VALANIDES Nicos and NISIFOROU Olympia, BERTHOU Guillemette, KOZAN-NAUMESCU Adrienne , CLEMENT Pierre, SARAPU Tago, “Construction and validation of textbook analysis grids for ecology and environmental education, Science Education International, vol 19, n2, giugno 2008, pp 97-116
  • L.Libutti e A. Valente Science communication and information dissemination: The role of the information professional in the “Perception and Awareness of Science” Project”, Journal of information science, 32(2), 2006.
  • Maria Carolina Brandi, Loredana Cerbara, Maura Misiti Adriana Valente, Youth and Science in Italy: between enthusiasm and indifference, Journal of Science Communication (Jcom), giugno 2005, vol. 4 (2). http://jcom.sissa.it/archive/04/02
  • F. Naldi, D. Luzi, A. Valente, I. Vannini Parenti, Scientific and Technological Performance by Gender, «Handbook of Quantitative Science and Technology Research. The use of publication and patent statistics in studies on R&D systems», Henk F. Moed, Wolfgang Glänzel, Ulrich Schmoch (Editors), Kluwer Academic Publisher, Dordrecht, 2004, pp.299-314.
  • Valente, D. Luzi, Different contexts in electronic communication: some remarks on the communicability of scientific knowledge, «Journal of Documentation», vol. 56, no. 3, May 2000, pp.299-311.
  • A. Valente, The historical developments of theories and methods for accessing scientific publications, «Cahiers de la documentation», N°/r 1 - 2000 (Avril/April 2000), pp. 3-8.
  • A. Valente, D. Luzi, Sistemi esperti per la ricerca e l'innovazione industriale: attività svolta e prospettive future, in «Ricerca Scientifica e trasferimento tecnologico nel Mezzogiorno: alcune questioni aperte», a cura di Annamaria Scarda, Note di studio sulla ricerca N.31, CNR-ISRDS, Roma 2000.

The epistemic consequences of bibliometrics-based evaluation

Until a few years ago, most Italian scientists had hardly heard of things like the impact factor of a journal or the h-index of a researcher; nowadays these seem to be their everyday concern. What are they about? They are some of the parameters introduced with the aim of quantitatively assessing the outcome of scientific research, giving rise to a new discipline called scientometrics, and in particular bibliometrics for what concerns the scientific publications.

CNR: la comunicazione pubblica per i fisici italiani

La comunicazione pubblica è un’attività da cui gli scienziati non possono più prescindere: quasi l’80% dei fisici italiani dichiara, infatti, di aver avuto negli ultimi tre anni almeno un’esperienza di comunicazione rivolta a vari tipi di pubblico, con diversificate modalità e grado di coinvolgimento. E’ quanto risulta da un’indagine svolta dal Gruppo di ricerca del CNR “Comunicazione della scienza ed Educazione” (COMeSE) coordinata dall’Istituto di Ricerche sulla Popolazione e le Politiche Soci

Dalla ricerca alla politica nell'attività fisica

Dal 19 al 22 settembre si è svolto a Helsinki l’incontro annuale del progetto REPOPA, un progetto europeo che si propone di studiare le relazioni tra scienza e politica nel campo della salute, in particolare dell’attività fisica. Il progetto è finanziato nell’ambito del settimo programma quadro e vi partecipano partner di sei paesi europei (Danimarca, Finlandia, Paesi Bassi, Regno Unito, Italia, Romania) più il Canada. Coordinatrice del progetto REPOPA è la dott.ssa Arja R.Aro della Southern Denmark Univerity.