Guido Barone

Guido Barone Professore Ordinario di Chimica Fisica dal 1984, all'Università di Napoli Federico II ha tenuto per molti anni i Corsi di Chimica Fisica Biologica, Chimica Fisica Ambientale e Dinamica e Regolazione di Processi Lontani dall'Equilibrio, da lui fatti istituire presso la Facoltà di Scienze MFN. E' stato uno dei promotori del Corso di Studi in Scienze Ambientali, di cui è stato Coordinatore per sei anni, e successivamente ha contribuito a far istituire il Corso di Studi in Scienze e Tecnologie per la Natura e per l'Ambiente. In questi ultimi corsi di Laurea ha insegnato Chimica fisica, Chimica Fisica Ambientale e Tecnologie Energetiche.

Ha pubblicato oltre 200 lavori su riviste internazionali qualificate e dotate di Peer review, nel campo della Chimica Fisica delle Proteine e degli Acidi Nucleici. Al riguardo ha tenuto diverse conferenze plenarie in Congressi internazionali. Una parte consistente della produzione scientifica degli ultimi anni è stata dedicata alla modellistica dell'inquinamento atmosferico e al monitoraggio e abbattimento di polveri sottili in ambienti indoor. Partendo da queste ultime esperienze ha pubblicato alcuni lavori su riviste internazionali dotate di Peer review sulla bistabilità del clima e sui fattori che ne regolano le variazioni a diverse scale temporali.

E' stato presidente dell'Associazione Italiana di Calorimetria e Analisi Termica e della Divisione di Chimica dei Sistemi e dei Processi Biologici della Società Chimica Italiana; di entrambe le quali è stato uno dei fondatori. E' stato membro associato della Commissione di Termodinamica della IUPAC. Attualmente è parte attiva della  IAS (Italian Aerosol Association) di cui è stato uno dei fondatori.

Fa parte degli Advisory Board delle riviste Journal of Solution Chemistry e Journal of Thermal Analysis and Calorimetry. Ha fatto parte dei Comitati Scientifici di diversi Congressi internazionali e italiani. 

Ecco cosa bolle nella pentola del pianeta Terra

I fattori che regolano il clima seguono differenti scale temporali. Possiamo distinguere quelli che hanno condizionato il clima dalla formazione della Terra fino a circa 600 milioni di anni fa dai fattori rilevanti in epoche successive. All'origine il clima era legato alla intensa attività vulcanica, in parte dovuta all'urto con corpi celesti nel sistema solare in via di stabilizzazione gravitazionale e al sollevamento dei primi continenti. di GUIDO BARONE