Fiorella Battaglia

Fiorella Battaglia è stata ricercatrice nel gruppo interdisciplinare “Functions of consciousness” presso la Berlin-Brandenburg Academy of Sciences and Humanities è ora docente del Department of Philosophy e Principal Investigator del gruppo di ricerca finanziato nell’ambito del Progetto europeo “Robolaw” della Humboldt University of Berlin. È inoltre professore a contratto di Filosofia della scienza presso il Corso di Laurea in Scienze e Tecniche di Psicologia Clinica e della Salute dell’Università di Pisa. Temi della sua ricerca sono la relazione tra fenomenologia e naturalismo e i rapporti tra scienza, etica, politica e religione. Fra le sue pubblicazioni più recenti: Ambiente e Salute. Una relazione a rischio (con Fabrizio Bianchi e Liliana Cori, 2009) Leben als Erleben. Sechs Funktionen des phänomenalen Erlebens bei Kant (2009); Filosofia e neuroscienze, un nuovo conflitto delle facoltà? (2009); Memoria e coscienza (2010), Quale epistemologia per la psicologia? (2011), The embodied self and the feeling of being alive (2012), How human-machine connections affect Self (con Kevin Warwick, in preparazione)

La robotica salverà il mondo?

Il rapido sviluppo registratosi nei settori delle nanotecnologie, delle biotecnologie, delle tecnologie informatiche e delle scienze cognitive ripropone in forme diverse la questione del ruolo che la società democratica occidentale è pronta ad attribuire a sapere scientifico e tecnologia. L’enorme capacità di avanzamento tecnologico produce un’attrazione “fatale”per i “poteri” della tecnica piuttosto che un’interrogazione sui legami necessari tra scienza e società.

Taranto, simbolo di dilemmi o di soluzioni?

Questa sembra essere l’estate dei dilemmi. Lavoro o salute. Benessere o bellezza.
Curioso è che a porli sia il Sud del paese. E nel Sud un luogo in particolare: Taranto. Taranto è così diventata il simbolo di uno sviluppo insensibile alle condizioni che sono alla base del fiorire della vita umana: la salute, il benessere, il lavoro, la bellezza.