Tommaso Castellani

Di formazione fisico, attualmente è assegnista di ricerca nel gruppo "Comunicazione della scienza ed educazione" dell'IRPPS-CNR di Roma, dove si occupa in prevalenza di aspetti sociologici della scienza, con particolare riferimento alle metodologie partecipative nell'ambito dei rapporti tra scienza e società.
Parallelamente conduce un'intensa attività di comunicazione della scienza, collaborando fra gli altri con la trasmissione televisiva Geo&Geo di Rai 3.

 

The epistemic consequences of bibliometrics-based evaluation

Until a few years ago, most Italian scientists had hardly heard of things like the impact factor of a journal or the h-index of a researcher; nowadays these seem to be their everyday concern. What are they about? They are some of the parameters introduced with the aim of quantitatively assessing the outcome of scientific research, giving rise to a new discipline called scientometrics, and in particular bibliometrics for what concerns the scientific publications.

L’affaire neutrino nel dialogo tra scienza e società

Nella storia della fisica moderna, il neutrino è una delle particelle elementari che ha prodotto il maggior numero di ipotesi teoriche ed esperimenti controversi, a partire dalla misura della sua massa fino al problema dei neutrini solari. Nel settembre del 2011, nel corso dell’esperimento OPERA, il neutrino è stato protagonista ancora una volta di un risultato in apparenza inspiegabile.

Dalla ricerca alla politica nell'attività fisica

Dal 19 al 22 settembre si è svolto a Helsinki l’incontro annuale del progetto REPOPA, un progetto europeo che si propone di studiare le relazioni tra scienza e politica nel campo della salute, in particolare dell’attività fisica. Il progetto è finanziato nell’ambito del settimo programma quadro e vi partecipano partner di sei paesi europei (Danimarca, Finlandia, Paesi Bassi, Regno Unito, Italia, Romania) più il Canada. Coordinatrice del progetto REPOPA è la dott.ssa Arja R.Aro della Southern Denmark Univerity.