Assunta Viteritti

Ricercatrice presso il Dipartimento di Scienze Sociali ed Economiche dell'Università di Roma "La Sapienza".
I suoi interessi di ricerca riguardano l’analisi dei processi sociali di apprendimento della scienza e della tecnologia, l’analisi sociologica dei processi di cambiamento nei sistemi educativi, l’analisi delle competenze professionali. E’ nella direzione di due riviste accademiche: Scuola Democratica e Tecnoscienza.

Tra le sue pubblicazioni più recenti:

- La Scienza in Formazione. Corpi, Materialità e scrittura in laboratorio Guerini, Milano (2012);
- Sociomaterial Assemblages in learning scientific practice: Margherita’s first PCR” in, TECNOSCIENZA: Italian Journal of Science & Technology Studieshttp://www.tecnoscienza.net/index.php/tsj/article/view/91 (2012);
- Corpi sapienti in laboratorio. Apprendere la tecnoscienza in pratica tra disciplinamento e formatività” in Etnografia e Ricerca Qualitativa, n.1 (2011) http://www.mulino.it/rivisteweb/scheda_articolo.php?id_articolo=34380;
- Identità e competenze. Soggettività e professionalità nella vita sociale contemporanea. Guerini e Associati, Milano (2005)

Standard, controversie e frodi scientifiche

Negli ultimi anni ho avuto la possibilità di osservare da vicino il fare scienza in un laboratorio leader in Italia (e sul piano internazionale) che opera nel campo della biologia cellulare e molecolare, con particolare riferimento a una malattia neurodegenerativa. Lo stesso laboratorio da anni porta avanti, anche in collaborazione con altri laboratori europei e americani, progetti di ricerca legati all’uso delle staminali per la produzione dei neuroni che si ammalano nella malattia.