Michele De Luca

Professore Ordinario di Biochimica e Direttore del Centro di Medicina Rigenerativa “Stefano Ferrari” dell’Università di Modena e Reggio Emilia.
Laureato in Medicina e Chirurgia, è considerato, a livello internazionale, uno dei principali scienziati nello studio della biologia delle cellule staminali epiteliali finalizzata all’applicazione clinica. Il Prof. De Luca e la sua collaboratrice storica, la Prof.ssa Graziella Pellegrini, sono stati i primi a mettere a punto colture di cellule staminali limbari per la rigenerazione di cornee gravemente ustionate e ad effettuare la prima sperimentazione clinica per la terapia genica dell’Epidermolisi Bollosa, un grave malattia genetica della pelle.

Stamina: quale etica sottende il decreto Balduzzi?

Con il mio team coltivo cellule staminali per uso clinico da più di vent’anni. Abbiamo curato centinaia di pazienti con gravi ustioni sia della pelle sia della cornea e dimostrato che è possibile trattare una rara malattia genetica della pelle con la terapia genica.
Questo fino al 2007, quando il regolamento europeo 1394 sulle terapie avanzate ci ha imposto di adeguare le nostre colture ai requisiti di qualità previsti dalla normativa che regola la produzione dei farmaci.