Elisa Buson

Laureata in Scienze Biologiche con indirizzo biomolecolare all'Università Bicocca di Milano, ha conseguito il master in “Metodi e tecniche della comunicazione nell'area salute” presso l'Università degli Studi di Milano. Giornalista scientifica freelance, collabora con l'Agenzia Ansa, il Corriere della Sera e il mensile Ok Salute e Benessere.

Illusioni, afrodisiaci e cure miracolose

Cerchiamo di non fare la fine del pesce che abbocca a tutto. Specialmente nelle acque vorticose e sempre più torbide della salute, non tutto ciò che ci viene agitato davanti agli occhi è cosa buona da ingoiare: false credenze, bufale e vere e proprie truffe sono sempre in agguato. Certo, bisogna fare uno sforzo per non farsi trascinare dalla corrente e non agire d'istinto, ma la posta in gioco è alta. Dobbiamo aguzzare la vista per riconoscere l'amo che si cela dietro “miracolose” cure anticancro, fantasiose diete dimagranti e rimedi “alternativi”.

Test prenatali: cosa può svelare il sangue di mamma?

Ogni mamma lo sa: un figlio lo senti dentro al cuore, ti entra proprio nel sangue. Ecco: da quando lo hanno scoperto pure gli scienziati, nulla è stato più come prima. Nel 1997 uno studio pubblicato sulla prestigiosa rivista The Lancet dimostrava per la prima volta la presenza di DNA fetale nel sangue materno: la ricerca, firmata da Yuk-Ming Dennis Lo dell'Università cinese di Hong Kong, svelava che circa il 13% del DNA libero circolante nelle vene di mamma è, in pratica, un “dono” del nascituro.