Bruno Cagnoli

Bruno Cagnoli si interessa dell’uso della matematica nell’arte. Ha ottenuto un PhD in geofisica presso la University of British Columbia a Vancouver in Canada. Dopo avere lavorato alla University of California a Berkeley, adesso è un ricercatore dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Bologna.

La geometria nei capolavori di Caravaggio

Un attento esame delle opere di Caravaggio mostra come gli elementi più espressivi della composizione, cioè i volti e le mani, siano disposti lungo circonferenze e linee rette che creano punti focali e direzioni salienti nell’immagine. L’individuazione di questi schemi geometrici fa luce sul modo in cui Caravaggio progettava i propri dipinti. Questo è di fondamentale importanza per risolvere il mistero di come Caravaggio lavorasse e per cancellare il mito di una pittura estemporanea creata direttamente sulla tela con il solo colore.