Stefano Canali

Stefano Canali insegna Historical and Philosophical Foundations of Neuro-science e Storia della Scienza alla SISSA, Scuola Internazionale di Studi Supe- riori Avanzati di Trieste, dove coordina la Scuola di Neuroetica. Vicepresiden- te della Società Italiana di Storia, Filosofia e Studi Sociali della Biologia e della Medicina, fa parte del consiglio direttivo della Società Italiana Tossicodipendenze e dell’Istituto Italiano di Antropologia. Condirettore di MeFiSto, Collana di Filosofia e Storia della Medicina, (ETS editore) è editor di Medicina & Storia e di Medicina delle Dipendenze – Italian Journal of Addiction.

 

La dipendenza come malattia cronica del cervello?

Tra i vari disturbi del sistema nervoso che stanno oggi sollecitando la ricerca di base, le dipendenze costituiscono senza dubbio uno dei casi di studio più interessanti, per diverse ragioni. Una importante tra queste è che le dipendenze rappresentano il disturbo del comportamento per il quale è disponibile la maggiore quantità di dati sperimentali, dalla ricerca molecolare, genetica e neurofarmacologica sui modelli animali sino agli studi di neuroimmagine sull’uomo o alle nuove indagini di neuroscienze cognitive e sociali.