Lucia Regolin

Professore Associato di Cognizione Animale e Psicobiologia presso la Scuola di Psicologia dell’Università di Padova. Ha trascorso periodi di studio della biologia del comportamento in Gran Bretagna, ed e’ autore di circa ottanta articoli su riviste internazionali. Il suo principale ambito di ricerca riguarda la percezione visiva, la memoria e l’apprendimento nel pulcino domestico di pochi giorni di vita.

C’è davvero spazio per i numeri in un cervello analfabeta?

Una parte sorprendente della nostra conoscenza del mondo è strutturata in forma quantitativa. Provate a descrivere un luogo senza indicarne la distanza rispetto ad altri luoghi, la grandezza, il rapporto tra i diversi elementi che vi si trovano, ad esempio il numero e la collocazione di porte e finestre in una stanza. E’ similmente arduo descrivere senza alcun riferimento quantitativo un evento, sia esso passato o futuro.