Antonino Vallesi

Antonino Vallesi, 32 anni, è laureato in psicologia all’Università di Padova (2003) e ha un dottorato in neuroscienze alla Sissa (2007). È stato per due anni e mezzo in Canada, al Rotman Research Institute di Toronto, per perfezionarsi nell’applicazione di tecniche di neuroimmagine alle neuroscienze cognitive. Dal mese di luglio 2009 è ricercatore alla Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste, dove studia i meccanismi dell’attenzione e le conseguenze cognitive dell’invecchiamento.
Già vincitore del Premio della Junior Chamber International (The Outstanding Young People-Research), si è anche aggiudicato un finanziamento dalla Sissa di 15.000 euro per coordinare un progetto di ricerca sugli effetti del bilinguismo nell’ambito delle attività del Neuroimaging and Attention Lab

Viaggio alla scoperta dei lobi frontali

I lobi frontali, oltre a essere la parte del cervello piú estesa negli esseri umani, sono anche quella ontogeneticamente e filogeneticamente piú giovane. Molte delle aree cerebrali piú posteriori o subcorticali hanno dei ruoli specifici. Ad esempio, il lobo occipitale é dedicato quasi interamente alla visione, quello temporale alla memoria e alla percezione uditiva e così via.