Raffaella Simili

Raffaella Simili è professore di Storia della Scienza presso l’Università di Bologna. I suoi principali interessi vertono sulla storia della scienza e della cultura dal Settecento al Novecento; sulla storia delle istituzioni scientifiche in Italia dopo l’unità; sulla diffusione della cultura scientifica; su prospettive di genere nella storia della scienza.

È stata First-Vice President of the International Union of Philosophy and History of Science, Division of History of Science (1993-1997); Special Research Fellow all’Accademia Nazionale dei Lincei (1998-2001); Visiting Fellow negli Stati Uniti (2002) e in Inghilterra (2003).

Life Member di Clare Hall (Cambridge, U.K.), è socio corrispondente dell’Académie Internationale des Sciences e dell’Accademia delle Scienze di Bologna. È presidente della Società italiana di storia della scienza.

Ha pubblicato fra l’altro (con G. Paoloni) Per una storia del Consiglio nazionale delle ricerche (Laterza, 2001) e I Lincei nell’Italia Unita (Giorgio Bretschneider, 2004). Ha curato Scienza a due voci (Olschki, 2006) e (con V.P. Babini) More than Pupils. Italian Women in Science at the Turn of the 20th Century (Olschki, 2007). Fra i volume più recenti si segnalano: (con R. Scazzieri) The Migration of Ideas (Science History Publishing Watson, 2008); (con S. Linguerri) Einstein parla italiano. Itinerari e  polemiche (Pendragon, 2008); Sotto falso nome. Scienziate italiane ebree (1938-145), (Pendragon, 2010)

http://www.unibo.it/docenti/raffaella.simili

La voce degli Scienziati

Nel 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia, l’occasione per ricordare il ruolo degli scienziati nella laboriosa riunificazione non può essere meramente celebrativa: come in ogni paese sviluppato, anche in Italia la conoscenza esperta e profonda della realtà naturale e dei suoi linguaggi è divenuta, e deve continuare ad essere, il motore più importante della crescita. Un motore che va di pari passo con la democrazia, perché tutti condividano la consapevolezza che esso è il più significativo investimento che convenga a una comunità nazionale evoluta.